Notizie negative

Una volta calda, l’atmosfera lo resta per decine di migliaia di anni

Articolo del 21 gennaio 2019

Secondo uno studio appena pubblicato nella rivista Nature Geoscience, una volta riscaldata, l’atmosfera del nostro pianeta resta calda per decine di migliaia di anni

Gli autori dello studio, hanno analizzato sedimenti marini costieri che datano del massimo termico del Paleocene-Eocene, avvenuto circa 56 milioni di anni fa in corrispondenza del passaggio fra queste due ere geologiche. Ebbene i ricercatori hanno scoperto che i questi sedimenti contengono quantità molto elevate di carbonio, il che indica che in quell’epoca erano state liberate nell’atmosfera enormi quantità di CO2. Questo aumento del CO2 aveva provocato un aumento della temperatura media del pianeta stimata fra i 5° e gli 8°C, modificando radicalmente le condizioni di vita sul nostro pianeta.

I sedimenti hanno potuto essere datati in modo preciso grazie agli isotopi in essi contenuti e hanno rivelato un fatto inquietante: durante il massimo termico a cavallo del Paleocene e dell'Eocene l’erosione è aumentata enormemente, il che indica che enormi uragani hanno provocato grandi inondazioni, le quali hanno, a loro volta, trasportato immense quantità di sedimenti in mare. Altro fatto inquietante: questo periodo di caldo eccezionale è durato ben 200'000 anni, come dire che, una volta calda, l’atmosfera non lo resta solo per qualche decennio, ma per decine di migliaia di anni.

 

Fonte: Shelby L. Lyons et al. Palaeocene–Eocene Thermal Maximum prolonged by fossil carbon oxidation, Nature Geoscience (2018)