Notizie negative

24 ore di disastri ambientali

Articolo del 27 ottobre 2020

Per renderci veramente conto del danno che stiamo arrecando al nostro pianeta e di quale sia l’urgenza per correre ai ripari, occorre soffermarci un attimo sulle cifre nude e crude. Per renderle più parlanti, abbiamo scelto un lasso di tempo breve, ossia abbiamo voluto vedere qual è il nostro impatto in un solo giorno. Ovviamente le cifre indicate sotto sono delle medie statistiche basate sulle cifre annuali più recenti ottenute dalle istituzioni e dagli istituti di ricerca più prestigiosi

Ecco cosa abbiamo arrecato al nostro pianeta nelle ultime 24 ore

  • FORESTE TROPICALI. Abbiamo distrutto in 24 ore una superficie di foreste tropicali pari a 332 km2, il che equivale a 40’487 campi da calcio (110 x 75 = 8'200 m2). Di questa superficie 103 km2 erano foreste tropicali pluviali finora incontaminate dall’uomo (Fonte: dati satellitari)
  • EMISSIONI DI CO2. Abbiamo immesso nel giro di un solo giorno nell’atmosfera 100 milioni di tonnellate di CO2 (fonte: International Energy Agency Statistics)
  • FUSIONE DEI GHIACCIAI. Con l’effetto serra provocato dall’uso di combustibili fossili abbiamo provocato nelle ultime 24 ore la fusione di un miliardo e mezzo di tonnellate di ghiaccio (Fonte: Alfred Wegener Institut e Potsdamer Geoforschungszentrums / articolo apparso nella rivista "Communications Earth & Environment")
  • DESERTIFICAZIONE. A causa del surriscaldamento del clima e della deforestazione tra ieri e oggi la superficie dei deserti è cresciuta di 333 km2 (fonte: United Nations Convention to Combat Desertification)
  • EROSIONE. A causa del taglio sconsiderato di boschi e di metodi di coltura irresponsabili abbiamo distrutto in sole 24 ore 192 km2 di terre coltivabili (Fonte: worldometers.info/it/). Stando al Global Land Outlook Report 2017 dell’UNCCD il 75% delle terre coltivabili è oramai in stato di degrado sia a causa dell’erosione, della crescente salinizzazione, dello sfruttamento eccessivo o della crescente siccità.
  • SOSTANZE TOSSICHE. Abbiamo immesso in un sol giorno nell’ambiente 26'876 tonnellate di sostanze tossiche (fonti: Toxic Release Inventory Program / U.S. Environmental Protection Agency e United Nations Environment Program)
  • AUTOMOBILI. Abbiamo comperato nelle ultime 24 ore 218'000 automobili nuove (Fonte: Car Production Statistics / International Organization of Motor Vehicle Manufacturers)
  • PLASTICA. In appena un giorno abbiamo prodotto oltre un milione di tonnellate di nuova plastica, ma ne abbiamo riciclata meno del 10% di quella usata e il resto l’abbiamo bruciato inquinando l’aria, o l’abbiamo abbandonata nella natura avvelenando il suolo e i mari (Fonte: Statista.com)
  • CONSUMO DI ELETTRICITÀ. In un sol giorno abbiamo consumato 1/2 miliardo di megawattore di elettricità, di cui oltre 400 milioni da fonti non rinnovabili (Fonte: International Energy Agency / IEA Statistics)
  • PETROLIO. Nelle ultime 24 ore abbiamo estratto dal sottosuolo 97 milioni di barili di petrolio. Ricordiamo che un barile corrisponde a 159 litri di petrolio, il che significa che solo ieri ne abbiamo consumato quasi 14 miliardi e mezzo di litri. (Fonte: stime dell’Energy Information Administration EIA)
  • GAS FOSSILE. Sempre nello stesso lasso di tempo abbiamo bruciato oltre 10 miliardi di m3 di gas cosiddetto “naturale” (Fonte: statista.com)
  • CARBONE…. e abbiamo inoltre bruciato 23,5 milioni di tonnellate di carbone (fonte: worldometers.info/coal)
  • PERDITA DI BIODIVERSITÀ: nelle ultime 24 ore abbiamo perso altre 150 specie. Delle 112’000 specie finora esaminate, ben 30'000 sono oramai finite sulla lista rossa delle specie in via d’estinzione. (Fonte: NABU)
  • CEMENTIFICAZIONE. Cifre a livello mondiale non ve ne sono, ma in Svizzera ogni secondo viene cementificato un metro quadrato di territorio, il che equivale in 24 ore alla superficie di 86'400 m2, ossia oltre 10 campi da calcio. (Fonte: SRF)
  • CRESCITA DEMOGRAFICA: mentre le popolazioni animali stanno crollando e molte specie scompaiono, noi umani continuiamo invece a proliferare e nelle sole ultime 24 ore la popolazione mondiale è aumentata di ben 224'000 abitanti (Fonte: worldometers.info/it)

Tutto ciò in sole 24 ore. Non per nulla l’era in cui viviamo è stata intitolata l’Antropocene: Antropocene che coincide con la sesta estinzione di massa, un’estinzione provocata dalla distruzione degli habitat, dall’inquinamento dell'aria, dell'acqua e del suolo e dal riscaldamento climatico causati da noi umani. È la prima volta da quando nacque la terra 4,4 miliardi di anni fa, che non sono più le catastrofi naturali a plasmarla, bensì noi esseri umani.

Ecco perché anche un paese piccolo come la Svizzera non può più nascondersi dietro gli altri e deve darsi da fare per diminuire il suo impatto sul clima. Se c’è ancora chi pensa che siamo più virtuosi di altri, basta ricordargli che ogni cittadino svizzero, con il suo stile di vita, produce in media 12 tonnellate di CO2 all’anno, mentre un africano ne produce im media solo 0,92 tonnellate, in altri termini noi 8½ milioni di svizzeri immettiamo nell’atmosfera altrettanto CO2 di quasi 111 milioni di africani, o di 20 milioni di cinesi, oppure di 47 milioni di sudamericani.