Notizie positive

Le buone notizie per il clima della scorsa settimana

Articolo del 03 giugno 2019

Il prezzo delle energie rinnovabili cala sotto il livello di quelle fossili, Facebook si avvia al 100% solare, chiudono le centrali a carbone del Colorado, l’Etiopia al 100% di rinnovabili e l’India che investe con profitto nel solare, ecco alcune delle buone notizie per il clima della scorsa settimana

Il fotovoltaico accelera a livello mondiale

Il fotovoltaico si appresta a sovvertire il mercato dell’energia elettrica. Alla fine del 2018 le capacità del fotovoltaico istallate a livello mondiale hanno superato per la prima volta i 500 Gigawatt, una capacità che dovrebbe addirittura raddoppiare entro il 2022 raggiungendo la scala dei Terawatt, ossia dei mille miliardi di watt. Questo sviluppo ha colto gli osservatori di sorpresa. Appena due anni fa essi pronosticavano ancora una crescita molto più lenta, ma i prezzi delle rinnovabili sono calati drasticamente e oggi sempre più imprese investono nelle energie rinnovabili perché sono oramai più convenienti di quelle fossili in quasi tutte le parti del mondo.

Facebook si avvia a coprire il 100% del suo fabbisogno energetico con le rinnovabili

Facebook investe massicciamente in una centrale fotovoltaica da 379 megawatt in costruzione nel Texas. Si tratta di uno degli impianti fotovoltaici più grandi degli Stati Uniti, in grado di fornire una quantità di elettricità equivalente al fabbisogno di 300'000 economie domestiche. Facebook intende infatti passare interamente alle energie rinnovabili entro la fine dell’anno prossimo. Attualmente Facebook copre il 75% del suo fabbisogno energetico con le rinnovabili.

Compera centrali a carbone nel Colorado per chiuderle

Guzman Energy intende comperare tre centrali elettriche a carbone nel Colorado, per poi chiuderle e sostituirle con impianti fotovoltaici ed eolici con una capacità di 800 megawatt. Guzman, un grande investitore nel campo del commercio di energia, ha già effettuato un’operazione simile nel New Mexico, riuscendo così ad abbassare il prezzo dell’elettricità.

L’Etiopia quasi al 100% di elettricità rinnovabile

L’Etiopia ha raggiunto quasi il 100% di energia elettrica rinnovabile. Nel 2012 il consumo di energia elettrica di questo paese era di soli 1,2 Gigawatt. Oggi, grazie allo sviluppo dell’idroelettrico, l’Etiopia ha una capacità produttiva di energia elettrica di 45 Gigawatt. Recentemente la Banca Mondiale ha inoltre concesso all’Etiopia crediti per un ammontare di 200 milioni di dollari per sviluppare anche l’eolico e il fotovoltaico.

Elettricità solare a buon mercato per l’India

Lo scorso mese di febbraio la Solar Energy Corporation of India ha messo a concorso la costruzione di un nuovo impianto fotovoltaico di una capacità complessiva di 1,2 gigawatt. Le offerte inoltrate sono state 7  e hanno raggiunto, grazie al calo dei prezzi del fotovoltaico, addirittura una capacità di 1,9 gigawatt, ossia una capacità superiore del 50% di quella messa a concorso. Il costo dell’elettricità dei vincitori del concorso si situa fra 2,55 centesimi di dollaro per chilowattora e i 2,74 centesimi. A titolo di paragone l’elettricità che esce dalle nostre prese in Svizzera costa attorno ai 20 centesimi di franco, il che, con il cambio attuale, equivale praticamente a 20 centesimi di dollaro.