Notizie positive

Più auto elettriche finalmente anche in Ticino

Articolo del 10 marzo 2019

Il Dipartimento ticinese del territorio intende rinnovare gradualmente il parco veicoli dello stato con automezzi più rispettosi dell’ambiente

Quando si tratta di riscaldamento climatico e di protezione dell’ambiente, noi Svizzeri non siamo certo gli Speedy Gonzales del mondo. Altri paesi, non solo in Europa, ma anche in Africa, Asia e America latina sono molto più celeri e attivi di noi. Eppure qualcosa anche nel nostro piccolo Ticino si muove. È di questi giorni la notizia secondo cui l’Ufficio degli automezzi e delle macchine dello Stato ha acquistato 5 nuovi veicoli a trazione elettrica, che sostituiscono altrettante vecchie autovetture con motore a benzina o diesel (il dettaglio non è dato a sapere) e che vanno ad aggiungersi ad altre 7 vetture elettriche acquistate in precedenza. Il parco veicoli della nostra amministrazione cantonale vanta ora 12 automobili al 100% elettriche, 11 ibride e due alimentate al gas naturale.

Ricordiamo che pochi giorni fa il Municipio di Vernate aveva lanciato un appello a tutti i comuni ticinesi, incitandoli a schierarsi a favore del Consiglio di Stato, il quale chiede al parlamento cantonale un credito di 3 milioni di franchi per sovvenzionare l’acquisto di automobili al 100% elettriche. Oltre una ventina di comuni hanno aderito a quest’appello. Va notato che il Ticino, con 635 veicoli ogni 1000 abitanti (quasi 100 in più della media nazionale), è tra i cantoni con il tasso di motorizzazione più alto della Svizzera. È preceduto solamente da Zugo e Svitto.

Potremmo dunque dire che nel nostro cantone anche il traffico stradale inizia finalmente a dare un, seppure ancora minuscolo, contributo alla lotta contro riscaldamento globale