Notizie positive

La spagna incentiva la mobilità elettrica su gomma

Articolo del 09 marzo 2019

Ammonta a un massimo di 6'500 euro il sussidio al quale può aspirare l’acquirente spagnolo di un’auto elettrica. Sovvenzionati anche gli acquisti di motociclette, bus e camion elettrici.

Il governo spagnolo ha deciso di dare nuovo slancio all’elettrificazione del trasporto privato e pubblico su gomma. Gli acquirenti di veicoli elettrici o ibridi potranno contare su sovvenzioni cospicue a condizione di rottamare il loro vecchi veicoli a benzina o a diesel.

Chi comprerà un’auto al 100% elettrica o ibrida con un’autonomia elettrica superiore ai 72 km potrà contare su uno sconto di 6'500 euro (5’500 forniti direttamente dallo stato e 1'000 da parte del venditore), Più limitata sarà l’autonomia (elettrica) del veicolo, più basso sarà lo sconto.

Anche altri veicoli elettrici saranno sovvenzionati: una motocicletta elettrica con un massimo di 700 euro, un bus con 15'000. In quest’ultimo caso saranno sovvenzionati anche veicoli con altri tipi di motori ecologici, come ad esempio quelli a gas. Il governo s’impegna inoltre a sovvenzionare con un massimo di 100'000 euro la costruzione di stazioni di ricarica per veicoli elettrici.

Va sottolineato che gli incentivi alla mobilità ecologica su gomma vanno di pari passo con investimenti massicci nelle rinnovabili da parte del gruppo spagnolo Iberdrola, uno dei leader di mercato a livello europeo e mondiale. Proprio lo scorso fine di febbraio Iberdrola ha annunciato investimenti nelle rinnovabili dell’ordine di 34 miliardi di euro entro il 2022. Iberdrola ha pure presentato i conti relativi al 2018, con utili che hanno superato i 3 miliardi di euro, in crescita del 7,5% rispetto all’anno precedente. La buona performance è riconducibile in particolare alle eccellenti prestazioni del settore delle energie rinnovabili. Ricordiamo che Iberdrola è il principale concorrente del gruppo italiano Enel e che è attivo sia nella penisola iberica, sia nel resto d’Europa e in America latina.