Notizie negative

L’aumento delle catastrofi naturali all’origine di una crisi economica e sociale

Articolo del 22 febbraio 2019

Secondo l’IPPR (Institute for Public Policy Research) basato a Londra, l’attuale crisi climatica provocherà una crisi finanziaria, migrazioni di massa, guerre e carestie

Secondo uno studio appena pubblicato dall’IPPR, dal 2005 ad oggi il numero di inondazioni è stato moltiplicato per 15, quello degli incendi di foreste per 7, mentre si assiste in parallelo a una diminuzione drammatica delle popolazioni di vertebrati, a un’estinzione massiccia di specie, all’erosione senza precedenti delle terre coltivabili e ad un aumento dell’inquinamento.

Sempre secondo lo studio, senza misure incisive per salvare la biodiversità e per accelerare la transizione energetica verso le energie rinnovabili, si assisterà ben presto a una grossa crisi economica sociale e politica che provocherà massicce migrazioni in particolare dal medio oriente e dall’Africa centrale e meridionale