Notizie positive

Il trasporto marittimo intende abbandonare i propellenti fossili

Articolo del 06 dicembre 2018

La  AP Moller Maersk, la più grande compagnia di trasporto marittimo del mondo, intende convertire le sue navi alle rinnovabili entro il 2050

Se il trasporto marittimo fosse un paese, sarebbe con 1 miliardo di tonnellate il 6° produttore di CO2 al mondo.

Con il 20% di parti di mercato la compagnia di trasporti marittimi danese AP Moller Maersk è la più grande al mondo ed è la prima ad aver deciso di ridurre a zero le sue emissioni di CO2 entro il 2050. L’unico modo per raggiungere questo ambizioso obiettivo è di rinunciare completamente all’utilizzo di carburanti fossili.

Negli ultimi 10 anni la Moller Maersk ha già compiuto passi importanti in questa direzione, riducendo le emissioni di CO2 del 46%. Per ottenere questo risultato Moller Maersk ha ingaggiato oltre una cinquantina di ingegneri specializzati e investito oltre un miliardo di $ in tecnologie pulite. Per riuscire a raggiungere l’obiettivo “zero CO2” nel 2050, la compagnia dovrà varare esclusivamente mercantili puliti a partire dal 2030.