Notizie negative

In Australia, al termine di un’estate di fuoco, infuriano gli incendi

Articolo del 04 marzo 2019

Dopo un’ondata di calore senza precedenti, con temperature che hanno sfiorato i 50° centigradi, i boschi dell’Australia meridionale sono in preda alle fiamme

Sono più di 30 gli incendi che stanno devastando la Latrobe Valley e l'Alpine National Park nell’entroterra dello stato meridionale di Victoria. Il fuoco minaccia anche numerose località costringendo centinaia di persone alla fuga. Le autorità dello stato hanno mobilitato un migliaio di pompieri e numerosi Canadair per combattere le fiamme.

Gli incendi, che hanno già incenerito decine di migliaia di ettari di bosco, sono stati provocati da fulmini, i quali, colpendo la vegetazione completamente rinsecchita da mesi interminabili di calura, le hanno immediatamente appiccato il fuoco.

Ricordiamo che in questa estate australe l’intero continente australiano è stato colpito da un’ondata di calore senza precedenti, che ha visto la colonnina di mercurio salire ovunque da 8° a 16° sopra la normale stagionale. Le temperature hanno superato per settimane i 40°C in tutto il continente, oltrepassando fra dicembre e gennaio in molte zone anche i 45°C. Si è trattato di un’ondata di caldo di dimensioni mai viste in passato, che ha causato una vera e propria ecatombe fra molte specie animali.

Attualmente le meteo australiana prevede l’arrivo nel Victoria di forti temporali i quali potrebbero favorire lo spegnimento di questi incendi. C’è tuttavia da sperate che non succeda anche qui quel che è successo un mese fa nel Queensland, dove dopo gli incendi è arrivato il ciclone Oma con precipitazioni senza precedenti che hanno causato inondazioni enormi e la morte per annegamento di mezzo milione di bovini.